Come avviare o convertire una Azienda agricola che produce prodotti agricoli a residuo zero. Agro Omeopatia.

Coltivazione pomodoro a sistema agro omeopatico

Coltivazione pomodoro a sistema agro omeopatico

L’OMEOPATIA
LA LEGGE DEL SIMILE FUNZIONA SU TUTTI GLI ESSERI VIVENTI: UOMO, ANIMALI, VEGETALI.

In Agro-omeopatia ci si serve della Farmacologia Omeopatica classica (Materia Medica) che é costituita da una serie di “rimedi” originati dal mondo minerale, vegetale e animale, in alcuni casi allargata a rimedi che trovano uso solo sui vegetali.

Le piante non hanno un cervello, ma la qualità di essere consapevoli dell’ambiente esterno poiché esse:

  1. Attraverso  la radice percepisce 20 parametri differenti tra i quali: umidità, pressione, temperatura, onde acustiche, etc ;
  2. sono più sensibili degli animali;
  3. producono onde e suoni;
  4. le piante hanno la consapevolezza spaziale (esempio fagioli che cercano nei dintorni rami o gambi per aggrapparsi).

Caratteristiche delle piante e sistemi di difesa

1) Le piante rilasciano sostanze per l‘autodifesa- allelopatia.

2) Le piante sono in continua comunicazione, in relazione con il suolo, con l‘atmosfera e cercano di mantenere un equilibrio dinamico.

3) Sono in grado di verificare la presenza di microelementi nell’aria, nell‘acqua e assimilarli in quantità necessaria, mettendo in atto le loro capacità olfattive ed usufruire dei C.O.V. acronimo di Composti Organici Volatili e di vibrazioni.

4) Nel caso che viene avvertita la presenza di parassiti per mezzo di C.O.V. viene mandata l‘informazione alle piante della stessa specie, le piante preparano le loro difese in forma di composti sgradevoli per gli insetti attaccanti o tossici attirando predatori e insetti utili.

5) Nelle piante coltivate queste capacità di autodifesa sono depotenziate, non hanno le reazioni come in natura.

6) I rimedi omeopatici ed i bio preparati (nosodi dei patogeni) stimolano questo linguaggio segreto delle piante toccando questo filo sottile del sistema di difesa, permettendo all‘ agro-omeopatia di aiutare le piante a mettere in atto e utilizzare i C.O.V.

Le piante manifestano varie tipologie di miasma dovuto ad una serie di cause:

1) In caso di monocolture, miasma dello stress.

2) In caso di suolo privo di materiale organico e squilibrio dei microorganismi nel terreno siamo in presenza di miasma dei funghi.

3) Miasma della carenza di microelementi ove il terreno è solo più un supporto fisico senza vita.

4) Miasma dei veleni chimici .

Questi miasmi sono la conseguenza diretta  della green revolution.

Come agisce l’omeopatia sulle piante:  parlando sottovoce, somministrando piccole energie.
Il rimedio omeopatico trasporta un messaggio di tipo energetico-vibrazionale, sintonizzato su una particolare frequenza, che è in grado di influenzare i processi di controllo e di regolazione dell’organismo a livello centrale.

L’azione del prodotto omeopatico, come pure quella di ogni tipo di energia vibrazionale a bassa intensità e di natura oscillatoria, deve quindi essere vista come un’interazione profonda con quei meccanismi pre molecolari che regolano e dirigono tutti i processi legati alla vita di un organismo.

Il rimedio svolge perciò la sua azione su un piano diverso da quello molecolare, ed ha la capacità, quando prescritto sulla corretta frequenza (per l’identificazione della quale sono necessarie le dettagliatissime “materie mediche” da Hahnemann e di tutti i suoi seguaci fino ad oggi), di risvegliare risposte organiche immediate e di avere effetti terapeutici notevoli e durevoli.

Malattie croniche delle piante dovute forse a trattamenti periodici ripetuti.
L‘agricoltura convenzionale considera i patogeni infestanti come acuti esterni alla pianta, omettendo di spiegare le ricadute continue; interviene con trattamenti soppressivi dei sintomi.

La soppressione dei sintomi viene interpretata come successo terapeutico invece, favorisce la cronicizzazione.

Riconquistare la forza vitale della pianta

Occorre individuare uno o più rimedi per curare i sintomi acuti per inibire o bloccare lo sviluppo delle malattie, osservando le caratteristiche del patogeno e l’avvenimento dei sintomi.

  • Individuare rimedi per tenere lontani parassiti.
  • Intervenire sulla salute del terreno.
  • Individuare il rimedio del similum  o di costituzione a seconda della patologia prevalente o della causa determinante.

Riassumendo i vantaggi dell‘agro-omeopatia sono:

  • Rafforza le piante e previene malattie; rimedi costituzionali.
  • Previene malattie e patogeni; spesso basta un unico trattamento.
  • Tiene  lontani e/o allontana parassiti.
  • Cura malattie fungine, batteriche e virali.
  • Migliorare la qualità e la quantità.
  • Assenza di residui tossici .
  • Il rimedio può essere applicato sia preventivamente, che per curare le piante in caso d’infestazione di vario genere: virali, batteriche, fungine, parassiti.
  • Non danneggia l’ecosistema, non inquina il terreno o le acque.
  • Aiuta a migliorare la qualità del terreno.
  • Non danneggia gli insetti utili, predatori naturali o insetti impollinatori; anzi, favorisce il ritorno di predatori naturali.
  • Può essere applicata per migliorare la qualità e la quantità (accelerare la maturazione della frutta, diminuire l’acidità ecc.).
  • Piante sane assimilano più CO2.
  • Non si limita a sopprimere sintomi, ma cura veramente!

Dosaggio e modalità d’impiego

Dosaggio:

  • 10 ml di prodotto su 10 litri d‘acqua;
  • 100 ml di prodotto su 100 litri d‘acqua;
  • 500 ml di prodotto su 500 litri d‘acqua;

Modo d’impiego:

  • applicare per via fogliare o inaffiare bene tutta la zona radicale (in questo caso é più semplice se il terreno é già bagnato);
  • non trattare sotto il sole (i raggi UV possono neutralizzare il prodotto), ma di mattina presto o in una giornata nuvolosa o la sera dopo il tramonto;
  • usare contenitori puliti;
  • mettere la quantità di rimedio necessaria in una bottiglia o in un contenitore, aggiungere dell’acqua, agitare – scuotere molto bene ( 20 – 30 volte) evitando di creare dei vortici, mettere la miscela nel contenitore che viene usato per applicare, aggiungere la quantità di acqua desiderata;
  • non ripetere il trattamento se non necessario, non si ottengono risultati migliori con la quantità o la frequenza;

è importante non applicare nello stesso momento o nello stesso periodo altri prodotti, potrebbero neutralizzare l’effetto.

Fonte: Maria Franziska Rindler

Per convertire la tua azienda a residuo zero, assistenza tecnica e approfondimento con esperto in agro omeopatia compila il form sottostante.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Telefono

Città

Il tuo messaggio

I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità
alla Legge sulla Privacy n.196/2003.

Acconsento (flaggare la casella sotto)

captcha

35186128_1170314806443559_6855138576057761792_n

 

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi