Cosa è un finanziamento ipotecario agricoltura

Finanza in Agricoltura

Finanza in Agricoltura

Un finanziamento ipotecario agricoltura è un finanziamento a medio/lungo termine che rientra nella categoria del credito agrario ai sensi dell’art. 43 del Testo unico bancario.

Esso è destinato a finanziare la realizzazione di investimenti materiali e immateriali.

Il mutuo è garantito da ipoteca su immobile.

Il cliente rimborsa il mutuo con il pagamento periodico di rate, comprensive di capitale e interessi, secondo un tasso che può essere fisso o variabile.

Le rate possono essere mensili, trimestrali o semestrali.

Il finanziamento Ipotecario Agricoltura è rivolto alle Micro, Piccole e Medie Imprese (Ditte individuali, società di persone, società di capitali e società cooperative) la cui sede legale è situata nelle regioni del Sud e Isole (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna).

Il finanziamento è garantito da ipoteca di ammontare pari ad un massimo del 200% dell’importo nominale del mutuo.

Per il finanziamento la Banca potrà richiedere anche la garanzia sussidiaria SGFA/ISMEA. Possono essere richieste ulteriori garanzie personali.

Il finanziamento viene concesso a insindacabile giudizio della Banca e può variare dai 10 ai 15 anni,

TIPOLOGIA DI TASSI
Finanziamento a tasso fisso
Rimane fisso, per tutta la durata del finanziamento, sia il tasso di interesse sia l’importo delle singole rate.
Lo svantaggio è non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato.
Il tasso fisso è consigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell’ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato.

Finanziamento a tasso variabile
Rispetto al tasso iniziale, il tasso di interesse può variare, con cadenze prestabilite, secondo l’andamento del parametro di indicizzazione fissato nel contratto.

Il rischio principale è l’aumento imprevedibile e consistente dell’importo delle rate.

Il tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l’andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate.

GARANZIE
Il finanziamento è assistito da garanzia ipotecaria.
L’ipoteca è iscritta per un ammontare pari ad un massimo del 200% dell’importo nominale del mutuo

L’ipoteca attribuisce alla Banca, in quanto creditore garantito (cd. privilegiato) il diritto di espropriare il bene oggetto della garanzia ed attribuirgli una prelazione rispetto ai creditori chirografari al momento dell’eventuale soddisfacimento forzoso del credito.

Il creditore “privilegiato”, pertanto, nell’eventualità di una vendita forzata del bene concesso in garanzia verrà preferito, nel riparto del prezzo ricavato dalla vendita, rispetto ai creditori chirografari sul ricavato dalla vendita del bene oggetto di garanzia.

Per quanto detto il rischio tipico per il datore d’ipoteca è riconducibile all’inadempimento del debitore nel rimborso del finanziamento concesso dalla Banca, nel qual caso potrebbe veder espropriato e quindi perdere il bene concesso in garanzia.

Garanzia sussidiaria della SGFA srl pari al 75% per i finanziamenti di durata superiore a 60 mesi destinati ad investimenti e al 55% negli altri casi.

ASSICURAZIONE
Il cliente è obbligato a mantenere i beni concessi in garanzia debitamente assicurati contro i danni dell’incendio e gli altri rischi propri.

L’assicurazione dovrà essere stipulata con Compagnia di gradimento della Banca, con premio unico anticipato e per un valore non inferiore al doppio dell’importo del Finanziamento.

ALTRE GARANZIE PERSONALI
La Banca a propria discrezione, potrà richiedere altre garanzie

Fidejussione Specifica
La fideiussione è il contratto con il quale un soggetto, chiamato fideiussore, garantisce la Banca, fino all’importo massimo stabilito nel contratto stesso, per l’adempimento delle obbligazioni di un altro soggetto (debitore principale), qualora questi non adempia.

In particolare, con il rilascio della fideiussione specifica il fideiussore garantisce alla Banca l’adempimento delle obbligazioni rivenienti da determinata operazione creditizia, indicata nel contratto di garanzia, assunta verso la Banca dall’impresa finanziata (debitore principale).

La garanzia è di natura personale, per cui il fideiussore risponde con tutto il suo patrimonio. Il fideiussore è obbligato in solido con l’impresa finanziata (debitore principale) al pagamento del debito e la Banca potrà rivolgersi per il pagamento del proprio credito indifferentemente all’impresa finanziata o al fideiussore senza necessità di una preventiva escussione del primo.

Se più persone hanno prestato fideiussione per un medesimo debitore e a garanzia di un medesimo debito, ciascuna di esse è obbligata per l’intero debito.

La fideiussione può essere rilasciata sia da persona fisica che giuridica.

Tra i principali rischi, vanno tenuti presente:

  • il pagamento da parte del garante di quanto dovuto dal debitore principale in caso di inadempimenti di quest’ultimo;
  • la possibilità per il garante di dover rimborsare alla Banca le somme che la Banca stessa deve restituire perché il pagamento effettuato dal debitore garantito risulta inefficace, annullato o revocato (c.d. reviviscenza della garanzia).

Il rilascio della garanzia non comporta l’applicazione di specifiche spese o commissioni a carico del fideiussore, il quale peraltro è tenuto all’adempimento della garanzia nei termini e alle condizioni previsti nel contratto di garanzia stesso.

Il fideiussore non può recedere nel corso dell’operazione creditizia dalla garanzia prestata, che rimane valida ed efficace fino al completo adempimento dell’obbligazione garantita.

Esempio per 100 mila euro di mutuo a tasso fisso

Esempio mutuo agricoltura tasso fisso

Esempio mutuo agricoltura tasso fisso

 

Esempio per 100 mila euro di mutuo a tasso variabile

Esempio Mutuo ipotecario Agricoltura tasso Variabile

Esempio Mutuo ipotecario Agricoltura tasso Variabile

 

Tipo di ammortamento
Francese (con quota capitale crescente)
Tipologia di rata
Rata costante (finanziamento a tasso fisso)
Rata capitale crescente, rata interessi variabile in funzione della variabilità del tasso di interesse (finanziamento a tasso variabile)
Periodicità delle rate
Mensile/trimestrale/semestrale

 

Fonte: MCC

 

 

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi