Disponibile il primo business plan sulla cannabis legale, terapeutica e ricreativa.

Business plan cannabi lightIl business plan della produzione di infiorescenza di cannabis, coglie l’opportunità del mercato della cannabis , una pianta utilizzata sin dal neolitico.

Primi fumatori di cannabis sono state popolazioni dell’India e del Nepal.

La medicina cinese include la cannabis nella sua farmacopea già dal 2700 a.C., per le sue proprietà curative e tralascia gli effetti secondari psicoattivi dettati dalla sua assunzione.

La medicina cinese utilizzava la cannabis sotto forma di bevanda per curare patologie dolorose interne, mentre sotto forma di fumo se ne faceva uso per la cura del mal di denti e lesioni del cavo orale.

Della pianta di cannabis non si spreca nulla, a tal punto che Henry Ford costruì un prototipo di automobile in cui parte della carrozzeria era costruita con fibra di canapa, rendendola così più leggera, e combustione del motore alimentata da etanolo di canapa.

Nel marzo 2007 la rivista scientifica “The Lancet” ha pubblicato uno studio sulla minore pericolosità della cannabis rispetto ad alcool e tabacco. Non esistono casi di overdose da cannabis.

Oggi alcuni Stati hanno acquisito consapevolezza sugli effetti curativi, palliativi e ricreativi dei principi attivi della cannabis e ne hanno autorizzato, sotto vigile controllo, la coltivazione, trasformazione, commercializzazione, esportazione ed importazione.

La cannabis ha la potenzialità di un ingrediente disruptive a beneficio degli uomini e degli animali domestici e di allevamento. Una alternativa valida alla gestione del sonno, del dolore, dell’ansia, della psioriasi, dello stare insieme.

Un documento utile ed economico per conoscere tutte le leve, i fattori di rischio, il marcato e il contesto giuridico e competitivo di un settore che cresce,  alla media del 46% l’anno.

Il suo consumo e/o uso da parte dell’industria come ingrediente e dei consumatori per scopo terapeutico e ricreativo, oltre a creare occupazione ed aumentare la redditività delle imprese agricole in zone rurale periferiche, traina lo sviluppo di fornitori di strutture e macchinari per la coltivazione, l’industria manifatturiera per la fornitura di macchinari di supporto alla trasformazione dei prodotti a base di cannabis, favorisce la nascita di nuovi laboratori di test e analisi per la garanzia della qualità, aumenta la domanda dei servizi a supporto dei  sistemi di sicurezza, coinvolge le università in progetti di ricerca, aumenta la domanda di servizi di consulenza scientifica, biologica, chimica,  legale, amministrativa, gestionale, favorisce la nascita di nuovi punti vendita al dettaglio, di nuove imprese innovative per la gestione e la condivisione dei dati, nuovi portali e-commerce specializzati, sviluppo del turismo e di tutto il suo indotto, oltre al maggior gettito fiscale per lo Stato, regioni, comunità locali.

Il lavoro approfondisce tutte le tematiche della cannabis, trend globali e fattori critici di successo.

Il lavoro individua il costo dell’investimento per la produzione di cannabis light in serra bioclimata a sitema di coltivazione aeroponico al fine di ricavarne ricette climatiche e nutrizionali, Le rese aumentano del 150% rispetto alla coltivazione in pieno campo, e la biomassa raccolta di infiorescenze non presenta residui da metalli pesanti, pesticidi ed antiparassitari.

L’opificio di 1026 mq e relativo locale strumentale di 196 mq, tecnicamente equipaggiato  alla lavorazione, essicazione, estrazione e magazzino in caveau è in grado di generare prudenzialmente oltre 5 milioni di euro di fatturato in linea con la due diligenze effettuata dall’autore sui maggiori players internazionali di produzione e commercializzazione di cannabis. Il sistema è stato concepito per produrre cannabis light o legale, terapeutica e ricreativa in Italia o all’estero.

La coltivazione indoor avviene in serra chiusa, bioclimata, a ventilazione naturale di 1024 mq, con una capacità di produzione a regime di 588 Kg di cannabis, per ciclo, per un totale di 2352 kg/anno per 4 cicli anno.

Il processo produttivo si avvale di disciplinare di produzione e  di  tecnologia aeroponica, di un ambiente chiuso, altamente automatizzato e monitorato da sensori, da sistemi di irrigazione per nebulizzazione alle radici, ricette nutrizionali e climatiche personalizzate e proprietarie con apporto di ossigeno direttamente all’apparato radicale, irradiazione di determinate frequenze sonore durante la crescita, sistemi avanzati di prevenzione delle malattie e parassiti con la non esclusione della possibilità di far nascere la struttura produttiva, previa concessione di destinazione d’uso, in area urbana.

La produzione, a regime di 2352 kg di cannabis, può essere commercializzata tale e quale con un punto di pareggio di 75.072 grammi venduti al prezzo di ingrosso di euro 2,50 per un valore delle vendite 187,6 mila euro, con uno sfruttamento del 3% della capacità produttiva.

Potete acquistare online il business plan a cura del dott. Bartolomeo Uccio Pazienza al seguente indirizzo sul sito innovazionevincente.it

Il documento contiene dati relativi all’industria, al mercato, alla posizione competitiva ottenute da pubblicazioni, studi e sondaggi rielaborate a cura dell’autore. Pur essendo fonti attendibili i dati non garantiscono accuratezza e completezza di tali informazioni.

Il documento è un punto di partenza per ulteriori discussioni con i commercialisti, avvocati, broker assicurativi e consulenti.

Si raccomanda di eseguire una propria due diligence prima di lanciarsi in questa nuova impresa commerciale.

L’autore si rende, alle parti interessate, disponibile per eventuali approfondimenti dei fattori di rischio.

Un valido supporto per attrarre investimenti e cogliere le opportunità di un mercato in continua crescita.
Un documento innovativo che introduce in Italia il sistema aeroponico per la coltivazione della cannabis per il controllo della risposta fenotopica. Un documento di alto valore del valore commerciale di oltre 3000 € venduto in offerta solo per pochi giorni al prezzo di € 487,00.

Acquista ora il business plan  per coltivazione in serra bioclimata di cannabis legale CBD, THC< o,3%  di grado farmaceutico a sistema di allevamento aeroponico con cella di germinazione per semi e talee.

Autore del business plan :
Dott. Bartolomeo Uccio Pazienza

produzione di cannabis aeroponica

Indice

 

 

 

 

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi