Emilia Romagna, prestiti al 100% del valore dell’investimento e copre anche l’IVA.

PSR emilia Romagna Gli strumenti finanziari fanno parte della nuova politica di sviluppo rurale e rappresentano un sistema alternativo e complementare ai tradizionali interventi sotto forma di contributi a fondo perduto.

Il Fondo di garanzia supporta nuovi Finanziamenti erogati da Intermediari Finanziari selezionati, nell’ambito delle seguenti Misure:
4.1 Sostegno agli investimenti nelle aziende agricole
4.2 Sostegno agli investimenti nella trasformazione e commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli.

Grazie alla firma dell’accordo con il FEI (Fondo Europeo Investimenti), alcune banche concedono finanziamenti a condizioni agevolate, con trasferimento del vantaggio della garanzia a favore delle imprese beneficiarie in termini di minori tassi di interesse.

Banche Convenzionate in Emilia Romagna
Credem, Creval, Banca Cambiano 1884, Iccrea Banca d’impresa e Monte dei Paschi di Siena.

Destinatari:

Imprenditori agricoli (persone fisiche o giuridiche o sotto forma di raggruppamenti giuridici)

Micro, piccole, medie imprese e small mid-caps in base alla Raccomandazione CE 361/2003 che operino nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti di cui all’Allegato I del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea, esclusi i prodotti della pesca;

Imprese agricole professionali, qualora la materia agricola da trasformare e commercializzare sia di provenienza extra – aziendale.

Cosa finanzia
Per le imprese di produzione di prodotti agricoli e di allevamento

Valgono le stesse regole della misura 4,1, del PSR Regione Emilia Romagna

  • Acquisto di macchinari ed attrezzature
  • Costruzione/acquisizione, ristrutturazione/ miglioramento di fabbricati per la produzione e per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’allevamento provenienti dall’attività aziendale
  • Ristrutturazione di fabbricati per la produzione e per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’allevamento con utilizzo di materiali da costruzione che migliorino l’efficienza energetica
  • Interventi di miglioramento fondiario (es.: sistemazioni fondiarie e idraulico-agrarie; impianti colture arboree da frutto)
  • Realizzazione e razionalizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio e il trattamento dei reflui provenienti dall’attività aziendale comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra
  • Impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali
  • Acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC)
  • Introduzione di attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura mediante la conservazione del suolo (agricoltura conservativa, agricoltura di precisione)
  • Adozione di sistemi di difesa attiva volti a proteggere le coltivazioni dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi e dai danni derivanti dagli animali selvatici e a proteggere gli allevamenti dall’azione dei predatori.

Per le imprese di trasformazione

Valgono le stesse regole della misura 4,2.  del PSR Regione Emilia Romagna

  • Acquisto di nuovi macchinari e/o attrezzature
  • Costruzione/acquisizione, ristrutturazione/ miglioramento di beni immobili per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli
  • Acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC).

Attenzione
Per entrambi i tipi di operazione:

  • può essere considerata spese ammissibile anche il capitale di esercizio circolante fino ad un importo massimo pari al più alto tra 200.000 euro e il 30% dell’importo totale della spesa ammissibile, qualora l’importo richiesti sia più elevato;
  • la spesa deve essere sostenuta dopo la data della richiesta da parte del beneficiario della relativa operazione di finanziamento del debito;
  • gli investimenti non devono essere materialmente completati o realizzati completamente alla data di approvazione del finanziamento;
  • i prestiti non potranno essere di importo superiore a 350.000 euro.

Procedura di selezione fino ad esaurimento fondo e non oltre il 30 dicembre 2020:

La selezione dei destinatari finali, percettori dei prestiti garantiti, sarà effettuata dagli  istituti bancari convenzionati.

La  selezione avverrà con la verifica della sussistenza dei criteri di eleggibilità e ammissibilità dei beneficiari, delle operazioni e delle spese, attraverso procedure a sportello e congiuntamente ad una valutazione della bancabilità e qualità dei progetti.

Scadenza 30 dicembre 2020 ore 23.00

Per il tuo business plan coerente agli indirizzi comunitari e regionali, calcolo dei flussi di cassa prospettici  da presentare in Banca non esitare a contattarci compilando il modulo sottostante. Il servizio è a pagamento previa pre-fattibilità e sostenibilità dell’investimento.

Fonte: FEI – Regione Emilia Romagna

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Telefono

Città

Il tuo messaggio

I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità
alla Legge sulla Privacy n.196/2003.

Acconsento (flaggare la casella sotto)

captcha

 

 

 

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi