Il turismo straniero in Italia nel 2019 e scelte post covid 19

vacanze in italiaNel 2019 il numero di stranieri che hanno visitato l’Italia per trascorrere un periodo di vacanza è stato di quasi 42 milioni, generando entrate per oltre 28 miliardi di euro, il 3,6 per cento in più rispetto al 2018.

Sono cresciute le entrate riconducibili ai turisti provenienti dell’America del nord e quelli da alcuni paesi dell’area dell’euro, in particolare della Germania e dell’Austria.

Nonostante il maggior numero dei vacanzieri provenienti da Francia e Regno Unito, le corrispondenti entrate si sono contratte per i primi e sono rimaste stabili per i secondi.

Al buon andamento del turismo internazionale nel 2019 hanno contributo soprattutto le vacanze in località balneari e di montagna; anche quelle in città d’arte e culturali, la prima tipologia di vacanze per spesa dei viaggiatori stranieri in Italia, hanno fornito un contributo positivo, ma più modesto.

Poco più di 9 milioni di turisti stranieri, dei complessivi 41,5 venuti in Italia per trascorrere una vacanza, hanno acquistato un pacchetto turistico; a questa tipologia corrisponde circa un terzo delle entrate complessive.

I pernottamenti in alloggi in affitto, la cui quota sul totale è cresciuta con l’ampliamento negli ultimi anni della disponibilità di strutture ricettive private offerte su piattaforme di intermediazione digitali, hanno continuato a espandersi a fronte di un calo dei pernottamenti in albergo o villaggi turistici al quale si è tuttavia associato un aumento della spesa media per notte.

La spesa complessiva dei turisti che hanno soggiornato in alloggi in affitto ha trainato la crescita delle entrate complessive mentre quella dei pernottanti in albergo o in villaggio turistico, che comunque resta ancora la tipologia di struttura ricettiva preferita dai visitatori stranieri, ha offerto un contributo più contenuto.

La percezione del rischio sanitario connesso all’epidemia di Covid-19 plausibilmente modificherà le caratteristiche della domanda di viaggi da parte dei turisti, che potrebbero privilegiare da un lato mete caratterizzate da un livello di congestione relativamente basso (zone rurali, paesi di montagna), dall’altro, tipologie di strutture ricettive che meglio rispondono alle esigenze di distanziamento fisico interpersonale (alloggi autonomi, case vacanze, ville con piscine).

Viaggiatori stranieri in Italia

spese stranieri in italia per giorno

Naturalmente anche le aziende agrituristiche costituiscono una delle componenti di offerta del sistema dei viaggi e delle vacanze-

Offerta regionale per principali tipologie ricettive (Valori assoluti) anno 2018

agriturismi

Fonte: Banca d’Italia

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi