La tua azienda agricola sul web. Ecommerce, filiera corta e aiuto statale al 40% in credito imposta

Credito di imposta per le imprese agricole ed agroalimentari che investono sull’ecommerce e infrastrutture telematiche.

Progettiamo sitie commerce pagamento con paypal,carta di credito o bonifico bancario.

Progettiamo sitie commerce pagamento con paypal,carta di credito o bonifico bancario.

Implementa la filiera corta e vendi i tuoi prodotti agricoli ed agroalimentari direttamente online a costi contenuti e personalizzati. Suggerimenti per il packaging e la logistica.

Si tratta di un credito di imposta per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, esclusivamente finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico.

Chi può presentare le domanda

Le imprese agricole, le Organizzazioni di produttori, le associazioni di impresa agricole, le imprese operanti nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura.

  • fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro;
  • totale attivo di bilancio non superiore a 43 milioni di euro;
  • occupazione media nell’anno di un numero di dipendenti non superiore a 250.

Intensità di aiuto

Imprese di trasformazione e commercializzazione: 40% nel limite di 50 mila euro per anno di imposta e che non abbiano superato la soglia de minimis in tre anni di 200mila euro

Imprese di produzione prodotti agricoli: 40% nel limite di 15 mila euro per anno di imposta e che non abbiano superato la soglia de minimis in tre anni di 15 mila euro

Imprese nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura 40% nel limite di 30 mila euro per anno di imposta e che non abbiano superato la soglia de minimis in tre anni di 30 mila euro

Investimenti agevolabili

Le spese effettuate per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche esclusivamente finalizzate all’avvio o allo sviluppo del commercio elettronico, sono relative a: a) dotazioni tecnologiche (ad esempio linea adsl, PC, ) b) software (ad esempio il portale di gestione dell’ecommerce e relative informative per gli utenti b2b e b2c, applicazione per smartphone, digital signage,  web app, tutorial di utilizzo in video, eventuali traduzioni in lingua madre  e speakeraggio ) c) progettazione e implementazione ( formazione e progettazione dell’architettura ecommerce). d) sviluppo database e sistemi di sicurezza.

Sono ammissibili alle agevolazione esclusivamente le spese sostenute per nuovi investimenti, regolarmente fatturate e quietanzate, al massimo fino al loro valore di mercato, realizzate per il primo periodo di imposta, dal 14 marzo 2015, data di entrata in vigore del Decreto, al 31 dicembre 2015, per i periodi di imposta successivi, nel corso dell’intero anno precedente a quello di presentazione della domanda.

Le imprese tenute per legge alla redazione e pubblicazione del bilancio devono iscrivere i beni strumentali acquistati nell’attivo dello stato patrimoniale, nel rispetto dei principi contabili applicati, ad eccezione di quelli acquistati in leasing. Le imprese in regime di contabilità semplificata esonerate dalla redazione del bilancio, ai fini dell’identificazione dei beni acquistati, devono dare evidenza della corretta applicazione dei principi contabili in materia di immobilizzazioni materiali ed immateriali, mediante una dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante dell’impresa, da tenere agli atti dell’impresa stessa.

Le imprese debbono tenere a disposizione tutti i documenti giustificativi relativi alle spese rendicontate per i 5 anni successivi alla chiusura dell’ultimo periodo d’imposta a cui si riferiscono le spese oggetto di agevolazione.

Come fare richiesta delle agevolazioni per il 2016

Effettuata la spesa entro il 31 dicembre 2015 , potete usufruire di quest’agevolazione presentando  una domanda alla Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica per posta elettronica all’indirizzo e-mail saq3@pec.politicheagricole.gov.it in formato p7m dal 20 al 28 febbraio 2016.

L’IVA non è agevolabile.

PS Se vuoi lanciare online la tua impresa non esitare a contattarci offriamo servizi di progettazione ecommerce ed implementazione sui social network, individuazione nicchia di mercato, implementazione strategia di posizionamento sul web e dei relativi mercati internazionali,  digital signage personalizzati per tv interattive aziendali e fieristiche basate su piattaforma web, progettazione filiera corta, servizio di traduzioni in tutte le lingue (traduzioni da madre lingua), speakeraggio in madre lingua, assistenza in collaborazione con il tuo consulente all’accesso al credito di imposta 2016.

PSS Il progetto ecommerce per la tua impresa è finanziabile anche con i PSR 2014 -2020

Per contattarci usa il form sottostante

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Telefono

Città

Il tuo messaggio

I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità
alla Legge sulla Privacy n.196/2003.

Acconsento (flaggare la casella sotto)

captcha

Traduzioni e speakeraggio  in inglese,francese, russo,tedesco, olandese, danese, svedese, ucraino,rumeno,giapponese,etc

Traduzioni e speakeraggio in inglese,francese, russo,tedesco, olandese, danese, svedese, ucraino,rumeno,giapponese,etc

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi