PSR 2014-2020 Molise Misura 4.1 fondo perduto 40% al 60% per giovani e aziende associate e ricadenti in zone svantaggiate

MISURA 4 – “INVESTIMENTI IN IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI” SOTTOMISURA 4.1 – “SOSTEGNO A INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE”

Subirrigazione in serra per piante in vaso ed ornamentali

Subirrigazione in serra per piante in vaso ed ornamentali

L’azione è rivolta a quelle aziende che possono essere considerate attive e orientate al mercato, con una Produzione Lorda Standard (standard output-SO) uguale o superiore a 8.000 euro nelle aree montane e uguale o superiore a 18.000 euro nelle altre aree.

Per esempio possono partecipare chi coltiva piccoli frutti con una dotazione di mq 15.550 oppure canapa a pieno campo per 22 ha, piante aromatiche per 9 mila mq,  oppure oliveti per olive da tavola Ha 11,03 e per olio 12.75 Ha, ortaggi in serra per 4.752 mq e ancora, fiori e piante ornamentali in serra per 1340 mq, fiori a pieno campo mq 4.100, oppure 19 bovini maschi, 13 vacche lattifere, 81 pecore, oppure 925 galline ovaiole, 409 alveari. Nelle zone svantaggiate tale valore si riduce. Basta moltiplicare il valore precedentemente descritto e moltiplicarlo per  44,4 % per ottenere la dimensione minima dell’azienda.

Beneficiari dell’aiuto sono le imprese agricole singole o associate che:
effettuano investimenti sul territorio regionale;

  • presentano un piano di miglioramento aziendale coerente con gli obiettivi e le finalità della sottomisura e del bando;
  • si impegnano a non distogliere gli investimenti per almeno 5 anni dalla data di pagamento finale;
  • si impegnano a sottoscrivere un’assicurazione multi rischio per l’azienda per almeno 5 anni;
  • rispettano le regole di condizionalità previste dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione Molise 2014-2020;

La procedura utilizzata per la presentazione delle domande è quella del bando aperto che, nella sostanza, consente di presentare le domande ai sensi del presente avviso in due fasi diverse (step) con graduatorie di merito approvate con due cadenze temporali che riguarderanno tutte le domande presentate nell’ambito della fase/step di riferimento.

Le scadenze delle fasi sono fissate al 31 marzo 2016 e al 31 luglio 2016. Per la prima fase (31 marzo 2016) le domande potranno essere presentate a partire dal ventesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise.

Il progetto di miglioramento fondiario deve prevedere nel dettaglio:

  • L’azienda agricola: dimensioni, attività svolte, strutture e capitali investiti, organizzazione del lavoro e numero di ULA coinvolte a tempo pieno, part-time e stagionali, i mercati di riferimento, i fabbisogni di cambiamento;
  • il quadro economico e di redditività della situazione iniziale;
  • l’idea di sviluppo o cambiamento che si intende attuare ed i relativi obiettivi operativi;
  • gli investimenti da realizzare con relativo cronoprogramma;
  • il business plan conseguente agli investimenti dettagliando costi, ricavi, mercati di riferimento e strategie di vendita, flussi finanziari, indici di redditività (ROI, ROS,) piano finanziario per l’esecuzione degli investimenti previsti, con l’indicazione: ▫ della componente di aiuto pubblico; ▫ della quota a carico del beneficiario; ▫ delle modalità di copertura della quota privata.
  • il piano di ammortamento dell’investimento o descrizione dei criteri di valutazione di ammortamento dell’investimento.
  • il confronto tra situazione iniziale e situazione post investimento evidenziando le performance attese sia economiche, sia ambientali;
  • le esigenze in termini di formazione e consulenza aziendale per le quali si intende accedere ai benefici delle rispettive misure;
  • l’adesione a schemi di qualità o biologici o agro climatico ambientali e la descrizione degli impegni assunti.

È posto un limite di 12 volte la PST al dimensionamento dell’investimento ammesso a contributo. Il beneficiario può presentare un investimento maggiore assumendosi l’onere di finanziare con risorse proprie la parte di investimento non ritenuta ammissibile. L’impegno del beneficiario, inoltre, è quello di realizzare nella loro interezza le azioni previste dal piano e di dimostrare la sostenibilità economica dell’intero intervento.

Fondo perduto 40% dell’investimento ammissibile elevabile al 60% per giovani che si insediano, aziende in zone svantaggiate, nvestimenti di associazioni di imprese (almeno 5) imprese che aderiscono al PEI.

Fonte: PSR Molise 2014 – 2020
Riadattamento Bartolomeo Uccio Pazienza

Pin It
Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi