Finlandia canna comune passa da rifiuto a risorsa

Taglio canna comuneI Finanziamenti in Agricoltura  del FEASR hanno consentito la raccolta invernale della canna comune e lo sviluppo di prodotti basati su tale risorsa, precedentemente considerata un rifiuto.

Misura M07 — Servizi di base e rinnovamento dei villaggi

  • Dotazione complessiva del progetto: 141 391 euro di investimento
  • Contributo finanziario in agricoltura  del FEASR: 47 365 euro
  • Contributo nazionale/regionale: 42 854 euro
  • Contributo a carico del proponente:  28 617 euro
  • Altro finanziamento bancario: 22 555 euro

In alcuni Paesi la canna comune è utilizzata per  tetti e come materiale isolante per gli edifici.

In Finlandia la canna comune è da tempo considerata un problema in quanto rifiuto e sono poche le attività imprenditoriali che la sfruttano.

Canna comune

Tuttavia, la rapida crescita dei canneti negli ultimi anni dovuta all’eutrofizzazione di laghi e baie, ovvero alla crescita eccessiva delle alghe causata dall’inquinamento da nutrienti, ha attirato l’attenzione delle organizzazioni ambientaliste e della  bio economa.

Nel 2015 l’agricoltore Matti Järvinen ha deciso di utilizzare il sostegno finanziario del FEASR per testare lo sfalcio invernale delle canne e per individuare usi adeguati per questo materiale.

Alla guida di un nuovo gruppo, che è diventato una cooperativa con dieci membri, ha utilizzato il sostegno della misura 7 (servizi di base e rinnovamento dei villaggi) del PSR della Finlandia continentale per sviluppare nuove macchine per la raccolta adatte allo sfalcio invernale sul ghiaccio.

La sperimentazione dello sfalcio assieme agli imprenditori locali è avvenuta presso il lago Urajärvi di Litti (Finlandia meridionale), nel bacino idrico gestito dal responsabile del progetto.

Una volta raccolta, la canna comune viene trasportata in un deposito vicino alla costa.

Le canne migliori sono raggruppate in fasci da utilizzare per:

  • tetti
  • capannoni da giardino
  • lettiere per suini
  • conigliere
  • materiali artigianali
  • prodotti per l’edilizia

Il resto viene imballato o sminuzzato per essere utilizzato per il drenaggio o filtraggio dell’acqua, avendo riscontrato che i filtri a canne trattengono i solidi, il fosforo e l’azoto.

Il progetto ha accresciuto la conoscenza dei potenziali usi della canna comune attraverso pubblicazioni, materiali di comunicazione, seminari aperti e l’esposizione di prodotti nel vicino parco nazionale di Kettumäki a Kouvola, visitato da circa 30 000 turisti all’anno.

Durante il primo raccolto invernale una parte dei volontari coinvolti nel progetto era costituita da richiedenti asilo.

Il progetto ha contributo a far scoprire loro la natura e la popolazione della Finlandia aiutandoli a inserirsi nella comunità.

Il progetto ha inoltre rivelato gli effetti positivi dello sfalcio invernale sull’ambiente: migliora il flusso idrico, diminuisce  le emissioni di metano derivanti dalla biomassa putrescente e  si riduce la densità di crescita del canneto.

Ciò consente di filtrare più luce solare, apportando benefici alle piante acquatiche sommerse e alla popolazione di insetti acquatici,  generando così più cibo per gli uccelli acquatici.

Il progetto dimostra che il sostegno finanziario in agricoltura dell’UE facilita la creazione di metodi sostenibili per lo sviluppo rurale e produce benefici per l’ambiente.

Il coinvolgimento di diversi partner di progetto ha reso lo stesso estremamente vantaggioso.

Il conseguente miglioramento degli habitat degli uccelli, nonché l’utilizzo di canne falciate per trattenere la perdita di nutrienti, contribuiscono al conseguimento degli obiettivi fissati nella strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030.

Sito web del progetto:

https://www.lyottila.fi/yhdistykset/lyottilan_yhteisen_kalaveden_osa/jarviruo-on-korjuuketjun-ja-hyot/

Fonte: https://enrd.ec.europa.eu/

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi