Il peperoncino per restaurare e trattare gli agenti biologici presenti nei beni culturali

peperoncino_700x437[1]

La caratteristica principale del peperoncino è che i suoi frutti producono metaboliti secondari come i capsaicinoidi, il cui principale componente è la capsaicina, la causa del sapore piccante anche nota per l’azione antimicrobica e deterrente nei confronti di potenziali predatori/patogeni. In virtù di queste caratteristiche, la capsaicina potrebbe trovare un … Continua a leggere